martedì 26 settembre 2017    Registrazione  •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
--
--
     
didattica per scuole
    
     

PROPOSTE:
In qualità di Accompagnatore Naturalistico e Speleologo, interessato a trasmettere le proprie conoscenze sull’ambiente naturalistico, mi propongo per effettuare una o più proiezioni didattiche e/o accompagnamenti naturalistici sul territorio del Cuneese, per l’anno scolastico dai temi:

    
     

“ BUIO PESTO ” COME NASCE UNA GROTTA

Saranno trattati i seguenti argomenti:

in aula: 

Carsismo in Italia; sezioniamo una montagna; origini della grotta; una montagna di calcare; il processo di sedimentazione; cenni di geologia; il fenomeno carsico; la vegetazione, la fauna, l’idrogeologia e la meteorologia, i bacini sotterranei quali riserve naturali d’acqua; i fossili; formazioni di una stalattite; i vari tipi di concrezioni ; la speleologia e lo speleologo.

escursione didattica sul territorio: 

Visita guidata alla grotta di Bossea (percorso turistico/baby) ; dimostrazione sull’utilizzo di materiale speleologico; eventuale visita al laboratorio sotterraneo di idrogeologia, meteorologia e biospeleologia della Stazione Scientifica (all’interno della grotta). 

In alternativa visita alla grotta del Diavolo in località San Martino di Stroppo (Valle Maira). 

Passeggiata all’ombra di faggi, abeti bianchi e di una ricca vegetazione per raggiungere la risorgenza del torrente Pesio che sbocca dalla parete di calcare.

    
     
didattica scuole
    
     

VITA NASCOSTA DI UN TORRENTE  -  UN TORRENTE PER AMICO

Saranno trattati i seguenti argomenti:

in aula: 

nascita di un torrente, il percorso tra valli e colline, l’incontro con il mare; gli ospiti invisibili (microinvertebrati e macroinvertebrati), dove vivono e quali sono gli stratagemmi per vivere contro corrente; la presenza della ittofauna e avifauna; un po’ di storia.

escursione didattica sul territorio: 

le tracce lungo le sponde; come calcolare la velocità di scorrimento dell’acqua (con materiale didattico); utilizziamo la macchina fotografica; simulazione di un osservatorio faunistico fluviale; costruzione e inserimento di nidi presso l’area della piccola oasi lungo il Maira loc. Dronero; raccolta di elementi che saranno considerati non autoctoni rispetto all’ambiente circostante. 

Passeggiata alle Sorgenti del Maira (Valle Maira loc. Saretto).

    
     
didattica scuole
    
     

Il Bosco - Impariamo a conoscere gli alberi e i suoi abitanti

Le varie specie di alberi e arbusti; come riconoscerli; dove si trovano; le varie specie di animali che li abitano.

Mi rendo disponibile per ulteriori informazioni.

    
     
PROPOSTE PER I MESI DI APRILE MAGGIO E GIUGNO 
(a contatto con la natura)
    
     
1. Il sentiero dei ciclamini:
 
Comune di Macra / Valle Maira (Cuneo)
Descrizione: Passeggiata ad anello di notevole interesse naturalistico e geologico, arricchita dalla presenza dei ciclamini selvatici lungo il percorsoin un Sito di Interesse Comunitario. La presenza di un bosco misto e di magnifici larici e pino silvestri.
Tempo di percorrenza: 4 h A/R . Difficoltà: nessuna - Dislivello: 150 m - Pranzo al sacco.
 
2. Risorgenza del Pesio:
 
Comune di Chiusa Pesio / Valle Pesio (Cuneo)
Descrizione: All’ombra di faggi e abeti bianchi si raggiunge lo sbocco del torrente sotterraneo che raccoglie le acque dalla sovrastante Conca delle Carsene. L'apertura che occhieggia in parete è l’accesso ad una grotta che si inoltra nella montagna per circa due chilometri.
Tempo di percorrenza: 4 h A/R ad anello.
Difficoltà: facile - Dislivello: 460m. - Pranzo al sacco.
 
3. Le sorgenti del Maira:
 
Comune di Acceglio/loc. Saretto/Valle Maira (Cuneo)
Passeggiata alle sorgenti del Maira partendo da Saretto (q. 1530 m), sito di un invaso artificiale, attraverso un bosco di pino uncinato e larici;  la cava di travertino, descrizione del territorio.  

4. Elva:
 
Comune di Elva/Valle Maira (Cuneo)
Il Comune di Elva è situato sulla sinistra orografica dell’alta Valle Maira, e con la sue ventisette borgate occupa quello che fu un anfiteatro glaciale, ora ricoperto di boschi e verdi pascoli. Il capoluogo è nella borgata Serre, situata al centro dell’ampia conca, a 1637 metri di quota …
Il mestiere dei “pelassiers” era per gli elvesi un lavoro temporaneo, praticato nei lunghi mesi invernali. Nella bella stagione tutte le energie erano infatti assorbite dal lavoro dei campi, invece in autunno gli uomini lasciavano gli affetti familiari andando alla ricerca di donne disposte a farsi tagliare i lunghi capelli …
 
5. Riserva Naturale Speciale dei Ciciu:
 
Riserva Naturale Speciale/Comune di Villar San Costanzo (Cuneo)
Un'area ricca di vegetazione e di storia, Abbazia di San Costanzo al Monte e Cappella di San Giorgio nella chiesa di San Pietro in Vincoli, (visita facoltativa), gioiello d'arte e architettura, ma regala anche momenti di silenzio in un bosco di latifoglie e conifere ricca di fauna selvatica, un affascinante viaggio nella Riserva Naturale Speciale dei Ciciu, con rari fenomeni geologici nonchè curiose sculture naturali, che gli antichi chiamavano omini o pupazzi ( appunto " ciciu " in dialetto locale ) . 
Difficoltà: nessuna; pranzo al sacco.
 
6. Montemale di Cuneo:
 
Comune di Montemale di Cuneo/Valle Grana.
Paese arroccato sul monte a quota 931 m. slm, in una bella posizione panoramica, e dominato da un imponente castello. Numerose sono le testimonianze artistiche come il maestoso edificio fortificato,che sorge sui resti dell'antico castello, e la Parrocchiale di San Michele Arcangelo
Il tutto contornato da boschi misti di latifoglie e conifere ricchi di numerose specie di uccelli selvatici.
Difficoltà nessuna;  pranzo al sacco;
 
7. Le Alpi Marittime:
 
Pian del Valasco/Valle Gesso/Comune di Valdieri - Cuneo
Passeggiata nel cuore delle Alpi Marittime, dalle Terme di Valdieri (Cn) alla Piana del Valasco sede della Palazzina di caccia casa Savoia, con caratteristiche di eccezionale interesse storico e naturalistico per la fauna, la flora (gli endemismi), la geologia di valle e i suoi laghi di origine glaciale.
Difficoltà nessuna;  pranzo al sacco.
  
8. Lungo il torrente Maira: 
 
Passeggiata lungo il torrente Maira partendo da Ponte Marmora lungo un comodo sentiero ricco di vegetazione fino a raggiungere  l'abitato di Prazzo.
Difficoltà: nesuna; pranzo al sacco.

9. Didattica di  Orienteering: 
 
Cosa è l’orienteering; a cosa serve; la sua storia; gli strumenti utilizzati; come e dove si svolge l’orienteering.
Divertente prova non competitiva di orienteering sul territorio in cui i ragazzi saranno completamente protagonisti.
Località: Oasi sul Maira di Cartignano q. 694 m. (Valle Maira); pista ciclabile sul Maira località Dronero; bosco alla diga di Entraque. 
    
--
--
     

SE NON FOSSI UN BAMBINO VORREI ESSERE ...

Sono Alberto, un bambino di dieci anni, ma vorrei essere ... 

Ciao, sono Ala un falco predatore. 

Sono nato in un nido grande, sull'albero della montagna Cimaverde; il nostro pino lo chiamano Puntaverde, perchè è il più alto di tutti ed è un sempreverde.

Come tutti i falchi ho la testa bianca, il corpo marrone e un'apertura alare molto ampia; anche se una caratteristica mi distingue: ho una piccola macchia nera sulla testa.

Mi piace tantissimo volare: non c'è gusto camminare sempre come l'uomo e poi noi falchi vediamo il doppio più lontano di lui!

Con quelle scatole colorate con le ruote, mi pare che auto sia il loro nome, l'uomo va più veloce, ma dal tubo che c'è dietro, esce del fumo nero che inquina l'aria.

A volte rubo qualche gallina dai pastori e allora si scatena un inferno.

Di solito sfido i miei amici a chi arriva più in alto nel cielo: io giungo fin sopra le nuvole: sono un campione in quello sport, nessuno mi ha finora battuto.

Quando volo, volteggio nell'aria su e giù come una piuma, mi lascio trasportare e danzo col vento, giocando sempre con i miei amici a chi fa le evoluzioni più strabilianti, scendendo in picchiata e risalendo all'improvviso.

Voglio raccontarvi una cosa: una volta, qualche mese fa, è successo un fatto assai triste perchè il mio amico Beccopunta, è stato colpito da un cacciatore all'ala destra.

Così, da quel giorno, non può più volare e può solo guardarci, però, sono sicuro che tra qualche settimana si riprenderà, e tornerà a volteggiare nell'aria con noi, anche se non proprio bene come prima.

Alberto V.

    
--
     
didattica scuole   -  i licheni
    
     

VEGETALI PIONIERI

I licheni sono vegetali pionieri, riescono a colonizzare per primi superfici rocciose e terreni incolti, preparano le condizioni perchè altri vegetali successivamente si possano insediare in quei luoghi inaccessibili.
Sulle superfici rocciose, anche grazie alle sostanze acide elaborate dall'alga, riescono a formare delle piccole fessure o abrasioni, entro le quali si depositano minime quantità di terra vegetale, dovuta anche al loro parziale disfacimento.
Quelle piccole quantità di terra sono sufficienti per attecchire meglio, estendere la propria presenza: in questo modo sarà favorita la crescita di muschi e di altri vegetali, via via sempre più numerosi.

Nel corso di un'uscita nella Valle del Ticino, si è potuto osservare da vicino come nei terreni sabbiosi e sassosi, abbandonati dal corso del fiume in seguito a piene di una certa violenza, si siano formati tappeti molto estesi di muschi e licheni.

Sono le prime forme vegetali che riescono a colonizzare la superficie arida e sassosa: il loro ciclo vitale contribuisce a formare quel sottilissimo strato di humus che consentirà ad altri vegetali, di dimensioni maggiori, di insediarsi e di contribuire, a loro volta, a preparare il terreno per formazioni vegetali via via più complesse e ricche.

Cosa sono i licheni; la simbiosi; come sono fatti esternamente; struttura.

    
     
i licheni - didattica
    
--
     
--
    
-
--
     
---
    
     
-
    
     
gufo.gif

Come costruire nidi e mangiatoie per uccelli selvatici


 
aqui1a.gif

Costruire un aquilone


 
AN789.gif
Come ottenere un calco di impronta di animale

DSCN0060.JPGDSCN0094.JPGDSC_3637 impronta.JPG
    
     
--
    
scoprinatura di Enzo Resta
Enzo Resta   P. IVA:  03490070046  telef.  3385811520  
Tutti i diritti riservati